简体中文Italiano
简体中文Italiano

La vita

La Vita di Padre Matteo Ricci S.J.
1552, Il 6 ottobre nasce a Macerata.
1561-68,  I primi studi al collegio dei Gesuiti a Macerata.
1568, Viene inviato dal padre a Roma a studiare Diritto.
1571, Interrompe gli studi ed entra nel noviziato della Compagnia di Gesù.
1572-77, Riceve i primi voti; trascorre alcuni mesi in un collegio in Toscana (forse Firenze), ma si la sua formazione profonda la riceve al Collegio Romano.
1577, Destinato alle missioni d’Oriente, si reca a Lisbona, dal cui porto ogni primavera parte una nave per l’India. Attende sei mesi nel collegio di Coimbra, iniziando forse a studiare teologia.
1578, Salpa il 24 marzo da Lisbona e giunge il 13 settembre a Goa.
1579-82,  Compie gli studi teologici; insegna lettere classiche ai ragazzi dei collegi di Goa e Cochin; viene ordinato sacerdote (1580); riceve l’ordine di recarsi a Macao per aiutare il p. Ruggeri nel tentativo di entrare in Cina. Il 7 agosto 1582 giunge a Macao.
1583, In settembre entra in Cina con Ruggeri e fonda con lui la prima residenza di Zhaoqing.
1584, Pubblica il primo Mappamondo cinese. Collabora con Ruggeri alla prima stesura in cinese del Catechismo.
1585, Dopo alcuni tentativi falliti di aprire nuove residenze, Ruggeri è inviato a Roma per sollecitare una ambasciata dal Papa presso l’imperatore della Cina. Ricci rimane a Zhaoqing con il p. De Almeida.
1589, Il nuovo viceré del Guangdong espelle i missionari da Zhaoqing. Dopo varie trattative, Ricci ottiene di essere inviato a Shaozhou, dove fonda la seconda residenza.
1592, La residenza di Shaozhou è assalita da ladri. Ricci si sloga un piede e rimane permanentemente claudicante.
1593, Inizia a scrivere il Catechismo in cinese.
1594, Primo tentativo di raggiungere Pechino al seguito di un generale cinese destinato al fronte coreano. Giunto a Nachino, deve tornare indietro.
1595, Si ferma a Nanchang, dove fonda la terza residenza e pubblica la prima opera in cinese: il trattato Sull’amicizia.
1597, E’ nominato superiore della missione cinese.
1598, Al seguito del ministro dei riti Wang Chung Ming raggiunge Pechino, che decide tuttavia di lasciare a causa della guerra di Corea.
1599, Si stabilisce a Nanchino e vi fonda la quarta residenza missionaria.
1600, In maggio parte di nuovo per Pechino, ma è arrestato sul cammino dal potente eunuco Ma Tang, che lo trattiene nella fortezza di Tientsin fino al gennaio 1601.
1601, 24 gennaio: in forza di un decreto imperiale, viene accolto nella Città Proibita come ambasciatore d’Europa. Vivrà a Pechino fino alla morte sostenuto dall’imperatore e a spese del pubblico erario.
1602, Ristampa in terza edizione il Mappamondo cinese.
1603, Stampa Catechismo o Vera Spiegazione del Signore del Cielo.
1605, Pubblica il Sommario della dottrina cristiana e le Venticinque sentenze morali.
1607, Pubblica la traduzione dei primi sei libri della Geometria di Euclide, in collaborazione con l’amico Xu Guangqi.
1608, Stampa i Dieci paradossi o Dieci capitoli di un uomo strano; nello stesso anno inizia la redazione della sua opera storica: Della Entrata della Compagnia di Gesù e Christianità nella Cina.
1610, Muore l’11 maggio. Per la prima volta nella storia della Cina viene concesso un terreno dello stato per la sepoltura di uno straniero